Archivio | luglio, 2013

Le piccole guide di Pesceriso: Bali, isola di.

31 Lug

Ho fatto un piccolo viaggio a Bali, un’isola dell’Indonesia. La prima volta che ci ero stato non avevo trovato quasi niente di quello che mi piace di solito, ma ho pensato che una seconda possibilità non si nega a nessuno, nemmeno a me. In realtà Bali ha moltissimi strati, come tutti i posti che si rispettino, e sta al visitatore scegliere il suo posticino dove passare la vacanza o, per alcuni, una porzione di vita.

Sono convinto da sempre che si possa categorizzare un Paese dal profumo dei suoi saponi. Quando si è dalle parti del gelsomino, io so con cosa abbiamo a che fare. Mi è venuta in mente l’India, anche per un altro punto di congiunzione: yoga e spiritualità. Attorno allo yoga ruota un mondo molto nutrito di stranieri, principalmente americani e principalmente ebrei, che utilizzano Bali come ritiro mistico immerso in un brodo di cultura di meditazione e spiritualità. La limitatezza della mia visione e della mia povera cultura mi impedisce di capire che cosa abbia a che fare questo con la cultura balinese. Ma è tutto a posto: mi fido e sto bene. Soprattutto mi piace stare nella realtà paesana dei villaggi agricoli, che sono del tutto simili ai Gao indiani: stesse regole sociali, stesse caste, stesso approccio alla vita politeista e incentrata sulla famiglia allargata onnipotente.

Il cibo è decente, non c’è niente di veramente superlativo e il tutto tende un po’ alla ripetitività, spesso con cadute drammatiche di livello a causa dell’uso sregolato (ma c’è una soglia consentita? secondo che scrive NO) del glutammato monosodico.

Le cose peggiori sono le zone molto urbanizzate nelle quali è praticamente impossibile muoversi a piedi causa mancanza di marciapiedi e spazi degni di essere chiamati cittadini. Verrebbe da pensare che la modernità non si è incanalata su un percorso positivo, a Bali. E poi c’è l’impatto sempre critico del turismo di massa che da una parte dà e da un’altra prende. Non so quale sia prevalente, ma ho un sospetto.

E poi vorrei parlare della musica di Bali, ma questa occuperà un altro post.

Annunci