Degna fine di un goya

19 Lug

La settimana scorsa il primo frutto del terrazzo è giunto al punto fatale in cui o veniva mangiato o andava in putrefazione.
Quindi l’ho amorevolmente preso alla sua pianta che ormai minaccia il piano superiore, l’ho unito ai suoi amici carne di maiale, tofu, cipolla, fagiolini e salsa di soja e ne ho fatto goya chanpuru. Il gusto pungente e amaro di questo cetriolone è veramente gradevole nelle giornate torride d’estate.
Basilico, il prossimo sei tu, preparati a trasformarti in pesto.

Annunci

2 Risposte to “Degna fine di un goya”

  1. storiediunadonna 19 luglio 2012 a 06:28 #

    mmmm che immagini eloquenti! Anche sul mio terrazzio c’è una pianta di basilico da “spennare”, aspetto solo che qualcuno mi proponga una nuova ricetta di pesto a base di basilico, con qualcosa di esotico! 🙂

  2. Ilo 19 luglio 2012 a 13:28 #

    Degna fine, davvero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: