Musca noiosa?

1 Ago

Sì, lo so che magari l’opera non piace, si tira dietro un mondo indurito, che puzza di noia, di lunghezze immotivate, di musica che, dai, sembra di essere dal dentista o in un ascensore. Eppure. In altri paesi il godimento del melodramma prende forme molto più pop che in Italia, dove o si sfoggia il fatto di saperne a pacchi o ci si vanta del contrario. Insomma, potrebbe essere anche solo un hobby, no?
Secondo me buona parte della colpa sta nell’epoca cosiddetta romantica, in cui il melodramma ha cessato di essere quel carrozzone rutilante che attirava le folle, si è rinchiuso in sé stesso ed è diventato uno status symbol per -diciamolo- fighetti.
Comunque sia, sono felice di vedere delle cose così

Ultimamente registi, scenografi, coreografi e direttori artistici stanno riportando in auge lo spirito barocco che col suo edonismo cercava di stupire a furia di macchinari, colori, movimenti imbizzarriti in scena, danze, fuochi, umorismo, meraviglia, spettacolo, da capo. Il resto ce lo mette la primadonna, in questo caso la splendida soprano Danielle De Niese, che mi appassiona molto anche perché è una bellissima ragazza di origine cingalese che ha 32 anni.
Danielle si concentra sulle opere barocche, e le rende in tutta la loro potenza quasi metal.
L’opera è il Giulio Cesare, una delle più famose di Haendel, principe delle geniali barocche tamarrate.
Eccone un’altra scena, in cui Cleopatra si prepara ad accogliere Caio Giulio in camera sua, e il risultato è quasi v.m.16.

2 Risposte to “Musca noiosa?”

  1. Watanabe 1 agosto 2011 a 17:36 #

    L’opera piace, ma ha bisogno di uscire dai canoni che dici tu. Smettere di essere arte per pochi eletti come vuol essere, per tornare a sopravvivere.
    Molto brava lei.

  2. Davide 4 agosto 2011 a 14:32 #

    Grande! Abbiamo una passione in comune. Ho scoperto questi video da Glynderbourne forse un paio d’anni fa e ogni tanto mi prende il tormentone di ballare il “Di tempeste”. Un’altra scena che mi piace moltissimo e` il “Va tacito e nascosto”, con bicchieri in posizione precaria e mimiche facciali da morir dal ridere! Molto bravo il regista, e molto brava anche Danielle. Una volta ho sentito dire da Stinchelli e Suozzo che il “di tempeste” e` un’aria molto difficile, e se poi devi anche ballarci sopra…
    Grazie.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: