scovazze

29 Giu

Io frequento la piscina del mio quartiere. E’ una piscina di circoscrizione, un po’ vecchia ma molto pulita. Durante le ore del pomeriggio ci sono i corsi di nuoto per gli adulti (spesso siamo nella terza età avanzata) e i corsi di familiarizzazione con l’acqua per i bambini dell’asilo. Che sono simpaticissimi, quando non attaccano a piangere per mezze ore, terrorizzati.
Il personale è composto da ragazzi molto giovani ed educatissimi che salutano ogni utente quando arriva e quando se ne va. Ecco, uno di questi ragazzi ha una chioma e dei baffetti che a me ricordano invariabilmente il cinese di un film del monnezza. Mi pare che si chiami delitto al ristorante cinese o una cosa simile. Ogni volta che questo succede mi sento un po’ in colpa perché quella rappresentazione è, alla fine, razzista. La cosa pazzesca è che io quel film non lo ho neanche mai visto; forse solo alcuni spezzoni a blob.
Non so se valga la pena trarre una morale da questo fatto, ma se dovessi farlo penserei alla potenza penetrante dei luoghi comuni, degli stereotipi. Sarebbe bello riuscire a resistere alle semplificazioni, sempre.

Annunci

3 Risposte to “scovazze”

  1. f. 29 giugno 2011 a 06:52 #

    Viviamo nel limbo dei pregiudizi e degli stereotipi. Sono talmente tanto inseriti in noi che é difficilissimo resistere alle frasi di circostanza (“gli zingari sono tutti ladri”, “gli stranieri vengono a rubarci il lavoro”, etc.).
    Certo ci si può lavorare, o meglio ancora lo si può insegnare. E’ l’unica arma di cui al momento disponiamo per far sì che il pregiudizio sparisca… o perlomeno non impediscano più alle persone di conoscersi.

  2. LA LUNA NERA 30 giugno 2011 a 07:46 #

    E’ anche un bello spunto per interrogarsi sul potere delle immagini, della tv, della pubblicità in genere.
    Gli stereotipi e i pregiudizi più resistenti e dannosi, sono quelli che neppure riconosciamo come tali: succede quando siamo noi ad essere dalla parte “giusta” della barricata.

    L’esempio più facilmente riscontrabile è quello, quì in Italia, dei meridionali.
    Ogni zona di questo Paese ha i suoi meridionali da denigrare ma nessuno accetta di essere, per forza di cose, il meridionale di quelli che stanno un pò più a nord.

    Quando mi capita l’occasione di spostarmi un pochino più su, mi diverto a far notare ai miei conterranei che ora siamo noi i meridionali, per chi ci ospita: rischio il linciaggio ogni volta e si arrampicano sugli specchi per dimostrare …. l’impossibile!

  3. ste 30 giugno 2011 a 14:30 #

    Il tuo blog mi piace da morire e lo leggo sempre.

    Una domanda, sto post si chiama “scovazze” perche sei di Trieste?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: