Beneficenziàgite

8 Giu

Caro imprenditore,
dopo la tragedia dello tsunami nel Tohoku hai raccolto le energie, hai pensato che bisognava fare qualcosa per quella povera gente, ti sei messo una mano sulla coscienza.
Sei partito con i tuoi camion, con tutta la tua potenza economica-imprenditoriale e hai portato agli sfollati conforto, cibo, e i prodotti che di solito vendi li hai regalati. Bravo.
Hai fatto bene.

Una cosa te la volevo chiedere, però.
Come mai i furgoni, i camion hanno tutti il logo della tua ditta in bella vista? Come mai regali le magliette con il suddetto logo agli sfollati? Come mai fai interviste su interviste alla televisione, quando non dovresti avere molto da dire? Come mai trovo le foto e i video dei tuoi atti di generosità un po’ dappertutto sul web, mentre io pensavo che bisognasse fare del bene senza vantarsene?
Non molti, credimi, ma qualcuno potrebbe pensare che ti stai facendo pubblicità e che hai trovato un buon palco per metterla in scena.
Non molti, ma ci sono.

Annunci

5 Risposte to “Beneficenziàgite”

  1. Sevenbreads 8 giugno 2011 a 12:56 #

    Dai, meglio di niente… Guarda il bicchiere mezzo pieno.

  2. luca 8 giugno 2011 a 13:15 #

    Perché è un imprenditore, e lui lavora per un’Impresa, il cui obbiettivo è fare profitto, nient’altro.
    Poi, detto questo, è possibile che un’impresa faccia anche beneficenza, e questo può essere un gran bene, no? L’importante, è ovvio, che sia beneficenza seria, non prodotti scaduti, o fallati o inutilizzabili.
    Se poi alla fine di questo, l’imprenditore (o meglio, la sua Impresa) ci guadagna qualcosa (e il conto tra costi e benefici non è banale, non è mica detto che sia positivo), che male c’è?
    Seriamente, senza falsi (e soprattutto poco utili) moralismi, qual è il problema?
    Pensi che questo sia “lucrare sulle tragedie”? A me sembra invece un gioco dove tutti ne escono vincenti.
    A meno di non voler demonizzare a tutti i costi il profitto, ma questo va troppo in là per il buon senso e soprattutto non aiuta le persone.

    • Marcello 11 giugno 2011 a 08:19 #

      non penso che avrei potuto esprimere meglio come la penso a riguardo.
      sottoscrivo in toto 🙂

      • mogliedaunavita 23 giugno 2011 a 06:46 #

        mi ritrovo in chi scerive e in chi risponde. e quindi come siamo strani noi che condividiamo un pensiero e poi l’altro? si parla di non approfittare…e torno a essere in accordo col primo…ma è un attimo…

  3. Murasaki 17 luglio 2011 a 08:40 #

    Come hai ragione…e probabilmente so a chi ti riferisci!
    Ciao da un’altra emigrata a Tokyo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: