Stavo dormendo, io, altroché. E poi proprio durante la mia presidenza, tutti ‘sti problemi.

7 Apr

In questo momento ho appena visto le immagini del primo ministro Kan che incontra i suoi collaboratori e va a controllare non so bene cosa, vestito in completo appena indossato, con una faccia assonnata che dice tutto.

I reporter del telegiornale, ma anche le persone comuni in Giappone parlano del terremoto con una precisione da sommelier delle scosse: movimenti sussultori, ondulatori, durata, ampiezza del sisma. Mi fa pensare a quella storia della neve degli esquimesi.

Annunci

4 Risposte to “Stavo dormendo, io, altroché. E poi proprio durante la mia presidenza, tutti ‘sti problemi.”

  1. ella 7 aprile 2011 a 16:44 #

    … e, secondo me, senza accorgertene, giorno dopo giorno, pesceriso dopo pesceriso, hanami dopo hanami, un po’ esquimese, pardon: giapponese, sei diventato anche tu.
    Con simpatia
    Ella

  2. mjkmi 7 aprile 2011 a 16:45 #

    non la so quella degli eschimesi. com’era?

  3. Tommaso 8 aprile 2011 a 02:23 #

    Che hanno migliaia di nomi diversi per indicare la neve.

    Peccato sia una leggenda metropolitana, ma nonostante questo il senso della “parabola” rimane ugualmente significativo.

    • Alessandro 8 aprile 2011 a 09:40 #

      non la neve, ma il bianco, distinguono alcune decine di gradazioni del bianco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: