Bevetene tutti

5 Apr

ATTENZIONE: contiene un messaggio promozionale.

Nello sforzo innato che i giapponesi fanno per non dispiacere nessuno, molti hanno cercato di evitare festeggiamenti, celebrazioni e bevute, negli ultimi tempi. “Con tutta la gente che è morta…non mi sembra il caso” è una frase che ricorre spesso. Penso che più che penitenza sia un’attenzione rispettosa: immaginate come si sentirebbero le persone in lutto e senza casa a vedere della gente che festeggia, magari ubriaca.
Gira in rete questo filmato che però risolve la questione del senso di colpa. Il produttore di un sake (che peraltro è uno dei primi che ho assaggiato qui a Tokyo, si chiama Nanbu Bijin) lancia un appello da Iwate, una zona colpita dal terremoto: “Abbiamo avuto molti danni, e per far ripartire l’economia c’è bisogno che tutti comprino il nostro prodotto”. Non so se tutti gli abitanti di Iwate e del Tohoku siano d’accordo, ma mi sembra un discorso sensato. Continuare a deprimersi e vivere in uno stato di emergenza non fa bene a nessuno; godersi la primavera accompagnandola da un fermentato di riso può invece aiutare a ripartire con la mente più sgombra.
Eppure mi balena una domanda, che non c’entra niente in questa situazione forse, ma me lo chiedo lo stesso. E se per una volta in Giappone si provasse a vivere consumando di meno?

Annunci

4 Risposte to “Bevetene tutti”

  1. Watanabe 5 aprile 2011 a 13:23 #

    Ma in tutto il mondo bisognerebbe vivere consumando di meno. Purtroppo appena c’è crisi si dice alla gente: consumate consumate..
    Certo un buon sake è d’obbligo. Un consumo gradito.

  2. mjkmi 5 aprile 2011 a 15:59 #

    beh, consumare meno riducendo gli sprechi, ma il sakè non è mai sprecato, si sa. alla salute!

  3. c.frassi@altrenotizie.org 5 aprile 2011 a 21:38 #

    OT. Ci sono possibilità secondo te di trovare immagini notturne di fukushima e soprattutto del mare che la bagna??

  4. Fiammetta 7 aprile 2011 a 10:07 #

    Il tuo produttore di sakè mi sembra un po’ cinico. È proprio nei momenti difficile che non bisognerebbe bere, secondo me.
    Tutti noi che viviamo in paesi indistrializzati dovremmo consumare meno.
    Saluti dalla Svezia. Fiammetta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: