I sakura e il sindaco

31 Mar

A Tokyo, ma forse non solo qui, c’è uno strano rapporto tra i sakura e i cimiteri: dove ci sono questi ultimi quasi certamente trovi i primi. Pensiero affettuoso verso i dipartiti? Non lo so. Comunque mi piace vedere che anche i più indaffarati salary man rallentano il loro trotterellare quando vedono i primi boccioli schiusi, li guardano quasi a bocca aperta, soddisfatti, consolati: anche quest’anno la natura non ha tradito l’uomo, nonostante tutto.
Il piacere per i ciliegi in fiore è un gusto acquisito. Appena arrivato in Giappone non me lo spiegavo, tutto sommato sono petali, dicevo. Invece adesso ne vado matto, mi piace aspettarli, guardarli, vedere come si dissolvono rapidamente. Che sia l’età? Di questo passo, arrivato verso la cinquantina passerò tutto l’anno nell’attesa malata di questi dieci giorni rosa di primavera.

Poco fa, guardando il telegiornale, per poco non mi veniva un colpo: dicevano che il sindaco di Tokyo, nel quadro della austerità a cui ci si deve attenere, ha disincentivato gli hanami (i picnic sotto i ciliegi in fiore, la mia ragione di vita per questo mese). Cioè, la notizia non è molto chiara, ma sembra che non ci saranno le illuminazioni serali e gli eventi di contorno. Capisco il risparmio energetico e la autoregolamentazione, ma penso che tutti abbiano diritto a una valvola di sfogo come la festa dei sakura, che poi per me si può fare sia di giorno che al buio come si è sempre fatta. E dai, Ishihara, rilassati un po’ anche tu, ti teniamo il posto sul telone blu.

Annunci

11 Risposte to “I sakura e il sindaco”

  1. Valeria 31 marzo 2011 a 12:22 #

    Questi ciliegi giapponesi sono una varietà che fa solo bei fiori o fanno anche le ciliegie? Chi le raccoglie nei parchi pubblici? Scusami ma io sono una di quelle persone che fa questo genere di domande pignole.

    • f. 31 marzo 2011 a 12:25 #

      No, scusate, ma questi ciliegi non fanno frutti, solo fiori.
      Guido, tu ne hai visti mai? io no.

      • Guido 4 aprile 2011 a 08:50 #

        Qualche frutto striminzito alcuni lo fanno, ma sono dei traditori!! 😀
        Ciliegi solo ornamentali in Giappone!

  2. Zazie from Paris 31 marzo 2011 a 12:39 #

    W Hanami sempre e comunque!!! Come sarebbe bello essere di nuovo li… che nostalgia…

  3. Alessandro 31 marzo 2011 a 13:30 #

    Una nostalgia incredibile dei periodi più belli della mia vita passati tra tokyo e kyoto per lavoro…..la tristeza per un viaggio smontato due giorni or sono per quieto vivere familiare…..Ora sarei dovuto essere li!!!

  4. Flora 31 marzo 2011 a 13:44 #

    se Dostoevskij ha ragione e la bellezza salverà il mondo, allora guai a chi ci tiene lontani dal ricercarla. Ti seguo sempre con grande interesse, quando leggo il tuo blog (e ti ritrovo sul post) mi dimentico della stampa internazionale e di tutti i luoghi comuni e la morbosità legati alla tragedia giapponese. Grazie per il tuo contributo

  5. Alessandra 31 marzo 2011 a 13:53 #

    Che bello vedere cose belle. Questa e’ già qualità della vita. Roma, nonostante i monumenti favolosi, e’ abbandonata a se stessa e basta spostarsi poco dal centro per essere sopraffatti dall’antiestetico e dal brutto.

  6. garnant 31 marzo 2011 a 15:58 #

    La primavera scorsa ero a Tokyo e mi sono trasformata rapidamente in una fanatica dell’hanami. La parco di quartiere con gli anziani al mattino, allo Shinjuku Gyoen con gli studenti al pomeriggio, a Ueno con gli impiegati alla sera a bere una birretta. Ho pure filmato sul cellulare un sakura mosso dal vento al cimitero di Yanaka di notte. A raccontarlo da qui sembro pazza, ma a Tokyo al contrario tutti mi incoraggiavano!

  7. Watanabe 31 marzo 2011 a 22:20 #

    Sugli Hanami -> Alle volte si va a risparmiare su cose semplici, quando poi in casa magari si hanno una marea di dispositivi elettrici. Per non parlare dei negozi.

  8. ege 2 aprile 2011 a 03:32 #

    Confermo l’apprezzamento “tardivo” dei sakura: anche a me non dicevano molto, appena arrivato in Giappone. Alla fine abbiamo tanti bellissimi fiori anche in Italia, anzi probabilmente ne abbiamo più che in Giappone. Ciononostante, dopo averli visti fiorire e sfiorire l’anno scorso, dopo averli apprezzati durante gli hanami, dopo aver visto intere colline bianche e rosa a Yoshino… devo dire che quest’anno mi sento emozionato vedendo i primi fiori e ho già iniziato a pianificare qualche gita fuori porta con mia moglie ed alcuni amici giapponesi!

    E sì, è sempre bello vedere i salary man fermarsi per fotografarli col cellulare, nonostante li abbiano fotografati chissà quante altre volte in vita loro 🙂

    Confermo anche che non fanno frutti, solo fiori (è una parte fondamentale della loro bellezza secondo me).

  9. Portinaio 2 aprile 2011 a 14:36 #

    Se il sindaco disincentiva…beh incetiva tu! Fai un sacco di foto mi raccomando e non mangiare pesante quando fai hanami!
    🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: