Cari genitori, parenti, amici,

19 Mar

sono in partenza dal Giappone, me ne vado abbastanza malvolentieri e con l’intenzione di tornarci prestissimo. La situazione in generale è abbastanza tranquilla, e secondo me non ci sarebbe motivo di andarsene.
Ci sono infinite letture di questo incidente, molte portano a conclusioni disastrose, al terrore, e di solito dall’estero si propende per credere allo scenario più tetro.
Io ho sempre odiato la paura, perché è una condizione in cui l’uomo diventa schiavo e finisce per delegare agli altri le scelte vitali.
Una cosa importante che ho imparato qui in Giappone è la fiducia nelle persone che prendono le decisioni. Nessuno è inumanamente perfetto, c’è malafede e cattiveria ovunque, ma io penso che il senso di responsabilità degli amministratori, in Giappone, sia più forte quanto più si salga la scala del potere. Questa è una cosa che raramente può vedere uno che abbia sempre vissuto in Italia, purtroppo.
Ma in tutto questo non sono diventato giapponese: infatti per me il mediterraneissimo rispetto per la famiglia e per gli amici ha un peso maggiore della mia visione del mondo.
Quello che in giapponese si chiama OYA KOUKOU (venerazione e rispetto per i genitori) mi ha fatto scegliere di tornare a casa, perché i soldi del biglietto, le ore faticose di volo, il disagio di essere in Italia senza il cellulare che ho dimenticato a casa valgono meno della Vostra tranquillità.
A presto e mi aspetto come minimo una costata stasera a cena.

Annunci

29 Risposte to “Cari genitori, parenti, amici,”

  1. nosushiplease75 19 marzo 2011 a 14:30 #

    Sono assolutamente daccordo con te per quanto concerne il concetto di OYA KOUKOU che ha spesso accompagnato la mia vita in particolare in situazioni decisionali importanti, come il ritornare in Italia da Londra.
    Torna e ricaricati, resapira e poi riparti per quello che è il tuo sentiero di vita, da te scelto.
    Un caro saluto ed un Bentornato per quando atterrerai in questa nostra amata terra, molto devastata da politicucci e persone che non hanno un briciolo di amor di patria…
    Un saluto
    Alessandro

  2. c. 19 marzo 2011 a 14:51 #

    buon rientro…

  3. Mr.Loto 19 marzo 2011 a 15:21 #

    Quando si vuol bene a qualcuno si è anche responsabili della sua tranquillità; per come la vedo io hai fatto la cosa giusta.

  4. Valeria 19 marzo 2011 a 15:30 #

    Ho vissuto all’estero per un periodo troppo breve per capire o giudicare (oltretutto abitavo a Monaco di Baviera che da Modena, mia città natale, dista solo 500km). Se però tutti saranno più tranquilli e sereni, perchè non farlo?
    Buon viaggio di andata e ritorno

  5. pignasmile 19 marzo 2011 a 16:09 #

    Dici bene quando parli di rispetto per i propri genitori e, più in generale, cari. In situazioni simili l’ansia e la preoccupazione di chi ti ha fatto nascere e poi ti ha cresciuto, sono sentimenti troppo grandi, macigni troppo pesanti da sopportare.
    Attenzione però quando parli di paura. Non va odiata, è un sentimento naturale, insito, congenito di noi esseri umani. L’importante è affrontarle le paure e non – permettimi – aver paura delle paure.
    Buon ritorno a casa e goditi quella bella costata!

    pignasmile

  6. Mary Valeriano 19 marzo 2011 a 16:23 #

    Abbiamo tanto da imparare noi qui in Italia e anche per questo servono le parole di persone come te.
    Buon viaggio e buon rientro nel mondo in cui la paura fa talmente da padrone che ci siamo assuefatti e abbiamo bisogno di imparare da chi come te ha visto altro.

  7. Pa. 19 marzo 2011 a 17:07 #

    Ti aspettiamo. Io sono nella terra del lavoro (si fa per dire) che ci ha visti infanti. Per ora. Preparo la bottiglia buona. A presto. P.

  8. atraum 19 marzo 2011 a 17:08 #

    la cosa curiosa-tragicomica è che verrai in un paese in guerra con la libia.
    chissà come sarà letta dalla stampa giapponese.
    ad ogni modo comprendo e ti auguro buon viaggio. fatto bene? fatto male? solo tu lo sai

  9. roberto zappoli 19 marzo 2011 a 17:19 #

    Ciao Flavio, spero che tu continui anche in Italia a commentare quanto si viene a sapere su quanto accade in Giappone. Trovo prezioso il tono delle tue parole e la saggezza, l’umanità che le ispira. Grazie e a presto
    roberto z

  10. giuseppe bobbo 19 marzo 2011 a 18:12 #

    scrivi ogni tanto

    di nuovo (purtroppo) solidarieta’
    beppe

  11. gnu 19 marzo 2011 a 18:19 #

    bravo 🙂

  12. mjkmi 19 marzo 2011 a 23:07 #

    buon rientro italiano. goditi il bello della nostra madre patria centocinquantenne.

  13. DanielaS 20 marzo 2011 a 07:53 #

    Non è che la situazione qui sia proprio tranquilla visto che siamo entrati in guerra con la Libia … è una questione di prospettive ma so bene quanto la famiglia italiana possa essere pressante!
    Sono stata anche io una vittima dell’amore genitoriale solo che in Albione non ci sono più tornata ….
    Comunque bentornato!

  14. mogliedaunavita 20 marzo 2011 a 09:39 #

    oya koukou. io lo chiamo lenzuolo di brava ragazza. più si sale sulla scala delle gerarchie più sono forti le nostre responsabilità e misurate le nostre azioni. mi fa male leggerlo e pensare a chi abbiamo eletto a rappresentarci.

  15. lalocandadicilindro 20 marzo 2011 a 11:53 #

    In Italia ti aspettano altre categorie umane di sostanze nocive.

  16. mrcs 20 marzo 2011 a 13:09 #

    per favore, commenta quest’articolo:
    http://www.repubblica.it/esteri/2011/03/20/news/tokyo_capitale_in_agonia-13852633/

    vorrei tanto sentire il tuo parere.
    Ben rientrato, M.-

  17. Alice 20 marzo 2011 a 15:58 #

    Mah, c’era un giornalista in Giappone, mi pare per il tg3, che ha detto più volte che lui delle moltissime persone che aveva incontrato non ce n’era nessuna che si fidasse di quello che diceva il governo.

  18. watanabe 20 marzo 2011 a 19:59 #

    Buon rientro, ma non smettere di scrivere sul blog.

  19. Anna 20 marzo 2011 a 21:21 #

    Ben tornato!

  20. GMR 20 marzo 2011 a 23:05 #

    Giapponese, mediterraneo. Quanta ansia di etichettarsi.

  21. atraum 21 marzo 2011 a 07:02 #

    @GMR
    hai ragione “Medico Chirurgo Specialista in Psichiatria Specialista Cognitiva per disturbi d’ansia…”questo si legge sfiorando il tuo nome con il mouse.
    innanzitutto complimenti per l’uso delle maiuscole. Poi lascia perdere…alla faccia del “Quanta ansia di etichettarsi”
    va bene che ciò che più odiamo spesso sono i nostri stessi comportamenti ma per favore non cadiamo nel ridicolo!

    buona giornata signor Medico Chirurgo Specialista in Psichiatria Specialista Cognitiva per disturbi d’ansia….
    io, laureato in buon senso 😉

  22. Piero Capelli 21 marzo 2011 a 08:57 #

    Ben rientrato, Fabio, mi dispiace di non poterti offrire la costata a meno che tu non salga qui in Inghilterra (ma se meditassi una visita al Gabu a Cambridge potresti accoppiare i classici due coglioni con una fava). Mi sembra molto bello quello che scrivi sul senso di responsabilità dei pubblici amministratori e sull’odio della paura. La paura è in effetti come la sifilide: alla fine ti rende cieco e pazzo. Ciao, chissà non ci si veda presto!

  23. patrizia 21 marzo 2011 a 11:16 #

    Appena saputo del terremoto in Giappone, sapendo che sei li’, sei la prima persona alla quale ho pensato…..anche i genitori parenti ed amici sono importanti, hai ragione… bravo OYA KOUKOU……buon rientro!!!!!
    Patrizia

  24. m. 21 marzo 2011 a 16:47 #

    Qualche perla giornalistica, nel caso ti fosse calata la palpebra monitorando la stampa nostrana: partendo da questo sfogo

    http://www.facebook.com/notes/alessandro-clementi/lettera-aperta-a-gianpaolo-visetti-inviato-de-la-repubblica/1916286593808

    per giustificarne o meno la veemenza, cerco la pezza d’appoggio…

    http://newrassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/immagineFrame.asp?comeFrom=search&currentArticle=YCELF

    … Non posso che concordare.
    Le “prefiche” scribacchine sono in buona compagnia:

    http://newrassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/immagineFrame.asp?comeFrom=search&currentArticle=YCEKR

    Dovessi ignorarlo, sappi che puoi deliziarti con una gratuita e dettagliata rassegna stampa sui siti istituzionali:

    http://newrassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/rassegnaQuotidianaFrame.asp

    http://rassegna.governo.it/

    http://www.senato.it/notizie/42812/sommariorassegnastampa.htm

    La ciccia è più o meno la stessa, selezionata e disposta in modi un po’ diversi.

    Buona Italia e, fuori da ogni eufemismo,
    cerca di starci al meglio per il termpo che vuoi!

  25. gnu 21 marzo 2011 a 22:32 #

    Io avevo capito che si chiamava Flavio, o kemuro, Fabio proprio no

  26. c. 21 marzo 2011 a 22:40 #

    già già… ma Flavio, ritorna o non torna?!

  27. simonì 22 marzo 2011 a 09:22 #

    Anche da lontano non farci mancare il tuo sguardo sui fatti. Grazie.

  28. Un Blog sulla Terapia Cognitiva 22 marzo 2011 a 09:43 #

    @atraum Mi hai convinto: aggiungo Mediterraneo ai miei titoli. Con la maiuscola.

  29. Portinaio 22 marzo 2011 a 09:59 #

    Con la costata anche un po’ di purè! 😛
    Bravo e bentornato!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: