Ironia

16 Mar

Ironia del caso: pubblicità dell’alto commissariato ONU per i rifugiati.
Adesso sono a Kyoto e qui ci sono pane, riso, acqua, tutto, i distributori non hanno la fila, mentre stamattina a Yokohama un mio conoscente ha fatto 3 ore e mezza incolonnato dalle 5 di mattina per fare il pieno.  Nel frattempo la fila di macchine aveva raggiunto svariati chilometri.
Le facce qui hanno tutto un altro tono: senza paura, senza stress, sorridenti. Sembra di vivere in un’isola felice. Ogni tanto, però, si sentono i discorsi di gente che è chiaramente scappata dall’est senza sapere bene cosa fare: “stanotte dove dormiamo? come ci regoliamo?”, giovani coppie si appisolano sulle panchine dei centri commerciali e della stazione, le teste appoggiate una sull’altra.
Io non so bene cosa fare per tranquillizzare le persone che conosco. Non avrei intenzione di tornare in Italia, ma se apro bocca in proposito a momenti mi mangiano vivo via telefono.
Il fatto è che a guardare la situazione dal Giappone e dall’estero (specie dal nostro amato paese centocinquantenne) sembra che ci si riferisca cose completamente diverse. Qualcuno evidentemente non dice la verità, ma è difficile capire chi sia, sempre che esista. Di sicuro se metto insieme le informazioni spudoratamente false che parlano di olocausto atomico, Tokyo nel panico, fuga oceanica, mi sa che finisco per credere ciecamente a quello che dicono il governo, la TV e i tecnici giapponesi.

Tanto per aggiungere un po’ del titolo del post: qui a Kyoto adesso sta nevicando.

Annunci

9 Risposte to “Ironia”

  1. Lotus 16 marzo 2011 a 10:05 #

    Ciao Flavio,

    ho scoperto il tuo blog perchè ti ho visto l’altra sera a “Le Invasioni Barbariche”; le impressioni e le emozioni che racconti sono proprio quello che stavo cercando per avere una visione più ampia di questa tragedia, provare a comprendere cosa significa essere lì ora. Grazie per la tua testimonianza.

  2. Valeria 16 marzo 2011 a 10:17 #

    L’impressione che ne abbiamo noi qui dall’Italia non è così apocalittica, in tutti i servizi dei giornali on-line (confrontando anche quelli stranieri europei) viene sempre rimarcata l’attitudine giapponese ad essere in ogni modo autocontrollati e a seguire le indicazioni governative. Molti italiani che sono intervistati si sono spostati da Tokyo e ciascuno di loro parla del senso di vergogna nel caso dovessero tornare in Italia (anche perchè molti hanno moglie o marito giapponese). Io non ho mai vissuto niente di lontanamente simile a quello che è successo in Giappone e non mi sento di dare giudizi in alcun modo.

  3. Alessandro 16 marzo 2011 a 10:25 #

    leggere come i giapponesi stanno reagendo, mi fa provare un profondo senso di vergogna al pensiero di come qui in Italia ci comportiamo in presenza di qualunque piccolo problema.

  4. mjkmi 16 marzo 2011 a 10:27 #

    le notizie che tu ci dai qui, arrivano ai giornali online italici con quasi 24 ore di ritardo, ma solo se sono abbastanza catastrofiche e catastrofiste.

  5. roberto 16 marzo 2011 a 11:05 #

    In bocca al lupo, davvero. I giapponesi sono grandi, ma hanno anche loro delle belle “pecore nere” (tepco in testa).

  6. cesare 16 marzo 2011 a 12:10 #

    scusami ma è sconsolante sapere che occorre leggere il tuo blog per sapere cosa davvero succede lì

  7. chymera 16 marzo 2011 a 13:52 #

    Ciao Flavio, speriamo che tutto rientri e tu possa restare in Giappone serenamente.
    Nell’informazione chi mente? Certo sembra che ognuno tiri acqua al suo mulino. Forse avere più fonti diverse tra loro è l’unica risposta e tu sei una fonte diretta che leggiamo con piacere. I giapponesi a noi occidentali possono sembrare così strani, come noi a loro credo. Certo il loro self control in queste situazioni è encomiabile, mi sembra così pazzesco che una nazione così sismica e che ha vissuto 2 bombe atomiche si sia munita di diverse centrali nucleari. Cosa pensano i giapponesi di questo? Tu ne hai avuto qualche testimonianza?

    Ciao, in bocca al lupo!

  8. Alessandro 16 marzo 2011 a 14:15 #

    In più occasioni sul mio BLog e ad altre sedi ho detto quanto siano mediocri i giornalisti italiani, nel loro folle ricercare sensazionalismi e scoop di catastrofisti di basso livello piuttosto che dare vere notizie….
    Grazie a tutti quelli che dal giappone ci stanno dando notizie reali

  9. Valeria 16 marzo 2011 a 16:38 #

    A me però sembra che la descrizione che danno i giornali on-line (non guardo i telegiornali di abitudine) sia sostanzialmente in linea con quella che danno le principali testate europee, ho guardato la notizia su Frankfurter Allgemeiner, Sueddeutsche Zeitung, Le Monde, El Pais e Guardian e su tutti le notizie sul Giappone sono in apertura, a tutto campo con più o meno le stesse immagini e gli stessi video e le simulazioni del reattore. Anche i titoli sono simili, “Japón lucha con todos los medios para enfriar la central”, “Au Japon, crise nucléaire et désastre humanitaire”, “Tragedia senza fine: “20mila dispersi”, “Growing humanitarian crisis as nuclear drama overshadows disaster relief”, “Auswärtiges Amt: Tokio verlassen” (trad. Ministero degli esteri: lasciare Tokyo), “Wenn der Kaiser spricht, steht es wirklich schlecht” (trad. Quando parla l’imperatore va veramente male).
    QUindi la finirei con quel certo qualunquismo con cui ci dobbiamo sempre autodipingere più brutti, cattivi, ladri e sfigati di tutti gli altri. ANche questo ci fa male.
    Piuttosto vorrei sapere, una volta che la situazione si sarà riassestata, se ci potrai consigliare qualche ONG o associazione giapponese a cui fare una donazione e/o altre forme di aiuto che ti potessero sembrare adeguate visto che sei sul posto.
    Valeria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: