Qui non scrivete commenti polemici senò non ne usciamo più

13 Mar

Notte fonda, fine di un’altra giornata impegnativa.
Mi piacerebbe evitare di commentare le notizie, le novità, le stime che si sentono tra qui e l’Italia.
Una cosa però la vorrei dire: la visione della questione sui media italiani è spesso incomprensibile. Non dico barbara, incivile, mostruosa, è solo che non la capisco.
Va bene il dibattito sul nucleare, sì o no, terza generazione o seconda, ma perché dare notizie spudoratamente false? Solo per portare acqua al mulino delle proprie argomentazioni?
Leggo in giro che sarebbe “esplosa” una centrale nucleare da qualche parte in Giappone. Da dove lo hanno saputo? dal telefono senza fili?
C’è poi anche per chi afferma, all’opposto, che NON ci sono state fughe di radioattività.
Ti credo che poi mi chiamano dall’Italia per intimarmi di ritornare.
Ti credo che poi un mio amico italiano che abita qui si convince che tutta Tokyo è ormai contaminata e si terrorizza.
Forse è anche per colpa dello stress, ma non reggo il parlare per partito preso, l’approfittare di qualsiasi cosa per guadagnare delle posizioni, insomma lo sciacallaggio senza pudore o, non sia mai, vergogna.

E’ vero, sto contemplando la possibilità di andarmene, di starmene per un poco in Italia, ma lo farei soprattutto per mettere fine a questo stillicidio di scosse, di attesa, di tempo indefinito che non si sa se segua o preceda qualcosa. Qualcosa di brutto.

9 Risposte to “Qui non scrivete commenti polemici senò non ne usciamo più”

  1. Alessandro 13 marzo 2011 a 18:54 #

    Buonanotte, nella speranza che lo stillicidio possa essere solo un ricordo del giorno appena passato.
    Non ci sono parole o discorsi per tutto quello che succede. Non so i tuoi legami in giappone o la tua attività, sono cose tue, private e tali devono rimanere se tu vuoi così…ma credo sia giusto dire,almeno, fà quello che ti senti di fare…..sempre….e non sarà abbandono o ostinazione folle, solo riconciliarsi con se stessi…
    Buonanotte

  2. Soleil / MammaOggiLavora 13 marzo 2011 a 19:11 #

    Grazie per il tuo equilibrio mentale.
    Fidati delle tue sole valutazioni in base alla situazione reale, se partire o restare.
    Tutta la mia fiducia ai Giapponesi, stanno gestendo la situazione in modo ineccepibile, e con un senso di responsabilità e solidarietà che lascia a bocca aperta.

  3. Jonathan Grass 13 marzo 2011 a 19:21 #

    Tutto il mio supporto e lungi da me polemizzare, capisco bene che la situazione non è facile (anche se sei in un luogo relativamente tranquillo).

    Ma forse rileggendoti con calma ti accorgeresti che anche tu stai facendo un po’ lo stesso gioco della stampa italiana. Il tono melodrammatico, tragico e retorico di certe frasi è allineato con quanto critichi.
    Forse è proprio endemico degli italiani…😛

    Mi scuso in anticipo se ho ferito in qualche modo la tua o di altri sensibilità.

    • Piero Capelli 14 marzo 2011 a 21:57 #

      Non condivido. Non trovo nulla di “melodrammatico, tragico e retorico” nella cronaca di Flavio. (“Melodrammatico” e “tragico”, oltretutto, sono due concetti diversi, come “etico” e “patetico”.) Anzi, è proprio per rifuggire dai toni della stampa italiana — questi sì sempre sopra le righe — che per informarmi sulla situazione in Giappone vengo a visitare il suo blog.

  4. P.E. 13 marzo 2011 a 19:35 #

    Resta, hai già preso il peggio.
    Ho come l’impressione che qui il torcimento di budella aumenterebbe. Chiaramente la tua incolumità viene prima di tutto, se temi che qualcosa di veramente brutto possa ancora accadere allora fai bene a partire.

    ‘notte

  5. mjkmi 13 marzo 2011 a 19:54 #

    buonanotte caro.

    • valentina 14 marzo 2011 a 17:42 #

      Cosa farei in una situazione del genere? Resterei anch’io. Ma ascoltandomi attentamente, senza intestardirmi. Immagino lo stress ed il grande senso di instabilità. E’un evento shock, qualcosa di forte che spezza ogni equilibrio precedente. Il ritorno alle radici, quando le forze vengono a mancare e anche la serenità, dopo eventi traumatici, aiuta la convalescenza…per poi ripartire.

Trackbacks/Pingbacks

  1. E se l’incidente giapponese dimostrasse esattamente il contrario di quello che vogliono farci credere? « Champ's Version - 13 marzo 2011

    […] parte quanto fatto notare da Flavio qui sull’ignobile uso a fine domestico dell’incidente nella centrale nucleare di Fukushima, […]

  2. links for 2011-03-13 « Champ's Version - 13 marzo 2011

    […] Qui non scrivete commenti polemici senò non ne usciamo più « PESCeRISO […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: