La terra trema

11 Mar

All’inizio penso che la vibrazione sia una chiamata sul cellulare, ma guardandolo, non è illuminato.

Poi comincia a ondeggiare tutto, e ho capito. Mi precipito fuori mentre dietro me cadono libri, suppellettili, e io per strada scalzo, nella fretta, senza scarpe. Tutto il quartiere è per strada, il terremoto acquista potenza, io mi sento il cuore impazzire, mi manca il fiato, si sentono rumori di roba che cade, ma la cosa più terrificante è che la terra ondeggia e si muove senza controllo sotto i miei calzini. Non riesco a reggermi in piedi e non so se è per la scossa o per la paura.

Poi smette. Chiacchiero con i dirimpettai che mi confermano che è stato forte, sette o forse otto gradi.

Nel quartiere in qualche palazzo è scattato l’allarme antincendio, perchè poi quello è il pericolo principale. Tutti gli impiegati di un ufficio sono fuori in strada, in giacca cravatta e elmetto di emergenza. Alcuni pezzi di muro si sono sbriciolati.

La terra continua a tremare, ma provo a rientrare per controllare i danni. Ma arriva una seconda scossa e siamo di nuovo tutti fuori. Guardo sul cellulare la tv che parla di Tsunami e incendi. I cellulari non funzionano, tutti i treni sono fermi.

Il cielo da sereno che era si è fatto torvo, tutto risuona di sirene, elicotteri, allarmi.

Poi un annuncio con gli altoparlanti avverte che il peggio dovrebbe essere passato, tranquillizzatevi.

Sì, è una parola, chi ce la fa a dormire stanotte?

 

 

7 Risposte to “La terra trema”

  1. mjkmi 11 marzo 2011 a 07:59 #

    ti ho pensato appena letta la notizia. spero nessun danno grave.

    mj

  2. Anna 11 marzo 2011 a 09:23 #

    Spero sia passato davvero…

    Anna

  3. Alessandro 11 marzo 2011 a 09:45 #

    in bocca al lupo!

  4. Marany 11 marzo 2011 a 09:50 #

    Ti seguo da un po’ e ho subito pensato a te, sono contenta di leggerti, spero sia passata
    Ciao,
    marany

  5. Zazie from Paris 11 marzo 2011 a 11:25 #

    Siamo tutti con te, Flavio, un grande abbraccio!!!

  6. Enrico 11 marzo 2011 a 16:37 #

    Stamattina, appena saputa la notizia, mi sono subito chiesto se steesi bene e avessi scritto qualcosa di confortante sul blog. Un abbraccio e in guardia!

  7. dylandave 11 marzo 2011 a 18:25 #

    Grazie per il tuo personale punto di vista di una tragedia. Ti sono vicino da Firenze.
    Davide

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: