Fiori di fuoco

12 ago

L’estate è la stagione dei fuochi d’artificio. Se uno ha voglia di girare le località vicine, ogni settimana ci sono due o tre posti da cui li sparano, è una tradizione antica. Ieri ci sono stati i grandi fuochi artificiali della baja di Tokyo, e lo spettacolo è stato impressionante. Un’ora e mezza di intrattenimento psichedelico, con forme e colori cangianti, lanci ad altezze che pensavo solo degli aviogetti potessero raggiungere, fuochi a forma -addirittura- di pikachu.

Per me, comunque, lo spettacolo più bello è stato guardare la gente accorsa. Milioni di persone tutte in uno stato d’animo pronto alla meraviglia, piene di voglia di esaltarsi, commuoversi, applaudire in preda all’emozione. Noi ci siamo sistemati su una strada in riva al porto commerciale, accanto a dei depositi merci, dopo aver camminato per strade foderate di poliziotti impegnati a dirigere il traffico pedonale festante. La densità umana era tale che nemmeno a cena con amici si è seduti così vicini al vicino, tutti avevano birre, cicheti, un telo su cui sedersi, bambini, ragazzi delle superiori, adulti paciosi. Tutta Tokyo si è trasformata in una smisurata sagra di paese, festante nel caldo, piena di ragazze in yukata colorati, eleganti o da quattro soldi. Per una sera ho obliato il caldo, l’umido, il cemento e il fatto di non essere in un posto più adatto all’estate.

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 228 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: